Chiesa di Santa Lucia alla Badia

Chiesa di Santa Lucia alla Badia

 

CHIESA DI SANTA LUCIA ALLA BADIA

La chiesa di Santa Lucia alla Badia è una chiesa di Siracusa, situata in piazza Duomo e dedicata alla Santa Patrona siracusana.
Si attribuisce la costruzione della vecchia chiesa al 1427 per volere della regina Isabella, moglie di Ferdinando di Castiglia sul luogo dove fu violentata Santa Lucia; altri documenti affermano che la Chiesa già esisteva e fu migliorata nel 1483 dalla regina. Dapprima la Chiesa era sede di un monastero di monache bernardine, fu distrutta e poi ricostruita per decisione della Madre Badessa; la ricostruzione fu a spese del monastero e delle offerte della popolazione, i lavori si protrassero fino al 1703.
L’architetto Luciano Caracciolo ne diresse i lavori.
La chiesa ha sempre avuto un posto di rilievo nella vita cittadina, sia per la sua ubicazione nel cuore di Ortigia, che per il legame con la santa patrona di Siracusa, i cui simboli iconografici sono scolpiti sulla straordinaria facciata barocca.
La facciata dava su via Picherali che conduce alla fonte Aretusa, invece ora dà verso la piazza. Nell’ordine superiore sono presenti ancora lesene, più snelle e in stile pseudo-corinzio, ispirate allo stile rococò.
Nell’abside vi è la tela del Seppellimento di S. Lucia dipinta nel 1608 dal Caravaggio. Il quadro, dopo una serie di importanti restauri, è stato collocato nella chiesa di Santa Lucia alla Badia.
Il pavimento della chiesa è stato interamente restaurato riprendendo l’originaria decorazione settecentesca, composta da formelle quadrangolari di maiolica dipinta.
Il luogo a volte è sede di mostre, un appuntamento importante per ogni turista.
Nel 1783 la chiesa fu interessata da nuovi interventi di abbellimento e decorazione della volta, con un grande affresco raffigurante il miracolo di Santa Lucia del 1646 che si verificò proprio all’interno della chiesa di Santa Lucia alla Badia di Siracusa: si narra che mentre una gran folla si era riunita in chiesa per rivolgere preghiere d’aiuto alla Santa Patrona per scampare alla grave carestia che affliggeva la città, una colomba si posò sul trono vescovile e in quello stesso momento giunse la notizia che una nave colma di frumento e legumi avrebbe ceduto il suo carico in cambio di ospitalità. Da allora, ogni anno, la prima domenica di Maggio si celebra una festività in ricordo dell’avvenimento, comunemente chiamata Santa Lucia delle Quaglie. La denominazione ha origine dall’antica usanza delle monache di liberare in volo, dalla balconata della Badia, colombe e quaglie durante la festa
LOCALITÀ:
Via Santa Lucia alla Badia, 2 , Siracusa, SR, 96100
ORARI:
Chiesa di Santa Lucia Alla Badia e opera del Caravaggio Il Seppellimento di Santa Lucia
tutti i giorni dalle 11:00 alle 16:00
lunedì chiuso
COSTI:
Ingresso Gratuito

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *