Teatro Comunale di Siracusa

Teatro Comunale

TEATRO COMUNALE DI SIRACUSA

 

Il Teatro comunale di Siracusa è un edificio sito nell’isola di Ortigia ed è dedicato alle opere teatrali.
Per realizzarlo vennero abbattute la chiesa e il monastero dell’Annunziata e il Palazzo del principe della Cattolica.
Venne inaugurato nel 1897, con la Gioconda di Ponchielli e il Faust di Gounod e rimase in funzione sino al 1957 quando venne chiuso per lavori di manutenzione. E’ stato riaperto ufficialmente agli spettacoli il 26 dicembre 2016.
L’ingresso principale del teatro presenta un ampio porticato per la sosta delle carrozze.
Il Teatro si trova al centro di Ortigia ed è anche a pochi passi dallo splendido Duomo.

 

 

Teatro Greco

Teatro Greco

TEATRO GRECO

Il Teatro Greco di Siracusa è ubicato tra i fianchi rocciosi del Colle Temenite e non molto distante dal centro.
E’ uno dei più grandi del mondo.  Fu fondato nel quinto secolo a.C. e fu ricostruito da Gerone nel terzo secolo a.C.
Fu realizzato dall’architetto Damocopos. Nel suo soggiorno siracusano del tragediografo Eschilo vennero messe in scena due sue tragedie: I Persiani e Le Etnee, quest’ultima di argomento siciliano.
Anche il tiranno Dionisio volle inscenare alcuni dei suoi drammi, di scarso valore artistico.
Era più vasto, oggi resta la parte più bassa, quella scavata nella roccia. Tutto quello costruito in blocchi di pietra è stato smantellato dagli spagnoli nel XVI secolo per costruire le mura dell’isola di Ortigia.
L’enorme cavea poteva contenere 15.000 spettatori.
Al di sopra del teatro, si trova una terrazza, scavata nella roccia, accessibile da una gradinata centrale e da una strada incassata, denominata via dei Sepolcri. La terrazza ospitava anche un grande portico. Inoltre, al centro della parete di fondo una preesistente grotta-ninfeo scavata nella roccia, fiancheggiata da nicchie destinate probabilmente ad ospitare diverse statue.

 

Teatro Greco

 

Importanti modifiche furono attuate nel teatro fin dalla prima età augustea. La cavea, inoltre, venne modificata assumendo così una forma semicircolare. La stessa scena venne ricostruita in forme monumentali con nicchia rettangolare al centro e due nicchie a pianta semicircolare sui lati, nelle quali si aprivano le porte sceniche.
Ogni anno tra maggio e giugno vengono rappresentate alcune tragedie greche, tutto questo grazie soprattutto all’attività dell’INDA (Istituto Nazionale del dramma antico).
Biglietto ingresso al Parco archeologico € 10,00 – ridotto (18/25 anni e docenti) € 5,00 – sotto i 18 anni ingresso libero
Biglietto cumulativo Parco archeologico + un museo a scelta tra Paolo Orsi o Galleria Palazzo Bellomo € 13,50 – ridotto € 7,00 – sotto i 18 anni libero
orario apertura Parco archelogico: 8,30 – 18,30
Aperto tutti i giorni domenica e festivi compresi.

 

 

Galleria Regionale di Palazzo Bellomo

Galleria Palazzo Bellomo

La Galleria regionale di Siracusa è ospitata da due palazzi gotici, Palazzo Parisio e Palazzo Bellomo, risalenti ai secoli XIII-XIV.
Nel piano terra, inoltre, si possono notare un cortile con loggiato e una scalinata dell’originale costruzione duecentesca.
Del XII secolo rimangono la facciata esterna e il pianterreno.
Il Palazzo, inoltre, è stato sopraelevato nel XIV secolo dalla famiglia Bellomo, ricca famiglia siracusana, che acquisì il palazzo e lo adattò alle esigenze abitative e al gusto architettonico catalano.
Il Museo accoglie anche collezioni d’arte medievale e moderna, un
Palazzo Bellomo
patrimonio di opere databili dall’età bizantina al XVIII secolo.
Nella ricca pinacoteca, si conserva, infine, l’Annunciazione di Antonello da Messina del 1474 e ottime collezioni di argenti sacri.
Orari d’apertura:
dal martedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00
domenica dalle 14.00 alle 19.30
Ingresso € 8,00 – ridotto € 4,00

 

 

 

Museo Paolo Orsi

 Museo Paolo Orsi

 Il museo Paolo Orsi è ricco di numerosi reperti. Gli stessi risalgono dalla preistoria fino al periodo romano e provengono da scavi in tutta la Sicilia.
L’edificio che accoglie il Museo Paolo Orsi fu costruito fra il 1967 e il 1986, su progetto dell’architetto Franco Minissi. Situato, al momento della progettazione, in un’area non ancora urbanizzata, all’interno del parco storico di Villa Landolina. Era destinato a costituire il punto focale di una zona di alto valore archeologico. Ricordiamo la presenza a pochi metri del Teatro Greco, dell’Anfiteatro Romano e dell’Ara di Ierone II.  E’ funzionante nella sede attuale dal 1988 dopo il trasferimento da Piazza Duomo.
Il piano terreno è diviso in sei settori.
Orari: da martedì a sabato 09.00 -18.00
Domenica e festivi 09.00-13.00
Lunedì chiuso

 

Costo biglietto:

intero € 8,00

CASTELLO MANIACE

 Il Castello Maniace

CASTELLO MANIACE

 

Il Castello Maniace è stato fatto costruire da Federico II di Svevia tra il 1232 e il 1239 in onore del capitale bizantino Maniace.
E’ stato realizzato dall’architetto Riccardo da Lentini.
Il castello Maniace si trova nella punta orientale dell’isola di Ortigia ed è stato il baluardo difensivo dell’antica Siracusa.
Si trova a due passi dallo splendido duomo di Siracusa.
E’ interamente costruito in pietra, con mura molto spesse e aperture sottili, serviva principalmente come fortezza e vista la sua posizione strategica veniva anche utilizzato come struttura di avvistamento e di difesa.
Controllava sia l’accesso alla città dalla terraferma e l’accesso dal mare.
Vi è un panorama mozzafiato all’esterno, mentre il suo interno è utilizzato anche per concerti e rappresentazioni.

Castello Maniace

Il castello presenta una struttura a quadrilatero di 51 metri per lato e di circa 12 m di altezza. E’ di aspetto severo a causa del suo scopo difensivo. Infine ai quattro angoli della costruzione vi sono quattro torri cilindriche inserite armoniosamente nell’opera muraria.
Orari ingresso : Il lunedì dalle ore 13.00 alle 17.15.
Dal martedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00.
Sabato dalle 8.30 alle 17.15.
Festivi dalle 8.30 alle 13.00.
Biglietto singolo intero :  4,00 €
Biglietto singolo ridotto:  2,00 €

 

Castello Eurialo (Euryelo) – il più grande castello dell’epoca greca giunto fino a noi

Il Castello Eurialo
Il Castello Eurialo sorge sul punto più alto della città di Siracusa a
circa sette Km dall’isola di Ortigia. Fu fatto costruire da Dioniso il
Vecchio, tra il 402 e il 397 a.c.
Il nome deriva dal termine greco Euryelo (testa di chiodo).
L’obiettivo del tiranno era proteggere la città da eventuali assedi.
Dionisio fece anche erigere 27 chilometri di mura.
Il castello Eurialo è il più grande castello dell’epoca greca giunto fino ai giorni nostri. E’ di epoca molto più antica, ma per scopi di difesa, del castello Maniace.
La vasta fortezza, che subì nel tempo varie modifiche, soprattutto ad opera di Agatocle e di Jerone II, è divisa in vari corpi, l’entrata è protetta da tre fossati.
Indirizzo: Piazza Eurialo, 1
Tel.: 0931711773
Orari ingresso: tutti i giorni 9,00-18.00
Biglietto singolo intero: 4,00 €
Biglietto singolo ridotto: 2,00 €

Castello Eurialo